IL MONDO IN MUSICA

di APRIMONDO CENTRO POGGESCHI

Organizzazione

Nome dell'organizzazione

APRIMONDO CENTRO POGGESCHI

Città/Provincia

BOLOGNA / BOLOGNA

Settore

settore1

Sito Web

http://aprimondo.centropoggeschi.org/

Pagina Facebook

https://www.facebook.com/scuoladitaliano.aprimondo

Il Progetto

Nome del progetto

IL MONDO IN MUSICA

Descrizione

L'italiano per apprendenti L2, con le canzoni italiane e del mondo. Laboratorio musicale per gli studenti della scuola d’italiano Aprimondo di Bologna.

Perché pensi che La Buona Vernice dovrebbe sostenere questo progetto?

Le attività della scuola si rivolgono a migranti adulti di varia provenienza e cultura, in molti casi giunti da poco nella città di Bologna e alla ricerca di un’integrazione nel tessuto sociale e urbano, processo che può essere molto complesso per l’immigrato e non avere un riscontro positivo, inclusione che può restare debole e approssimativa. La nostra proposta è correlata all'accoglienza e allo scambio culturale e su questo binomio si snoda e si sviluppa l'intero percorso che si farà insieme agli studenti. Nella convinzione che una buona e civile convivenza si possa e si debba costruire soltanto attraverso una reciproca conoscenza, l’azione vuole stimolare la curiosità degli studenti stranieri e approfondire l’esperienza di scambio e interrelazione tra le diverse culture. Il perno attorno a cui si svilupperà l’attività che qui proponiamo è la musica, Linguaggio universale per eccellenza. La canzone libera la comunicazione interculturale, spianando la strada al confronto; non solo unisce persone di origine diversa (si pensi ai fans nel mondo della musica hip-hop, grunge, rock, punk ecc), ma è anche in grado di annientare le distanze spazio-temporali dedicandosi a temi cari a tutte le culture, come la vita, la guerra, la morte, l'amore, il viaggio ecc. Promuovere l'interculturalità è il nostro obiettivo primo. Si intende dunque rivolgere l'attenzione ad alcuni aspetti della vita dei migranti e della comunità che li ospita, proponendo una serie di azioni volte a riflettere su temi come l’accoglienza, la convivenza, l’integrazione, la partecipazione, la condivisione e l’interculturalità. Attraverso lavoratori musicali-espressivi, una rassegna cinematografica di film sull'emigrazione italiana ed eventi in collaborazione e in sinergia con altre associazioni del territorio bolognese, la scuola vuole offrire un'ulteriore possibilità di inclusione e cittadinanza attiva ai propri studenti. La Buona Vernice dovrebbe sostenere il nostro progetto perché valorizza la presenza, le competenze e la creatività degli immigrati e nuovi cittadini, che hanno acquisito, soprattutto nell’ultimo ventennio, un ruolo molto importante che deve essere riconosciuto, promosso e sostenuto con azioni mirate e variegate da presentare e condividere alla cittadinanza tutta. Il progetto ha al centro la musica come legame tra culture, può permettere di creare una rete tra le associazioni presenti sul territorio che operano nel settore dell' accoglienza, dell'assistenza sociale e delle attività di promozione culturale, integrative ed artistiche per migranti, una collaborazione più approfondita e strutturata che presenti un’offerta non solo variegata, ma soprattutto organizzata sul territorio, che convogli le diverse energie in un armonico sistema interculturale. La nostra proposta è correlata all'accoglienza e allo scambio culturale e su questo binomio si snoda e si sviluppa l'intero percorso che si farà insieme agli studenti. Nella convinzione che una buona e civile convivenza si possa e si debba costruire soltanto attraverso una reciproca conoscenza, l’azione vuole stimolare la curiosità degli studenti stranieri e approfondire l’esperienza di scambio e interrelazione tra le diverse culture.

Perché pensi che l'organizzazione che rappresenti meriti di essere sostenuta?

Aprimondo Centro Poggeschi è un’associazione di volontariato, ospitata dal centro Amilcar Cabral con sede in via San Mamolo 24 a Bologna, la cui principale missione è l'insegnamento, a titolo gratuito, dell'italiano per adulti stranieri. Lo scopo della scuola è fornire ai suoi studenti gli strumenti linguistici necessari a partecipare in maniera quanto più attiva possibile alla vita sociale della comunità bolognese che li ospita. Gli iscritti sono circa 150; tale numero si riconferma ogni anno con la stessa partecipazione da parte degli studenti. Dopo circa dieci anni di attività svoltesi nei locali del Centro Poggeschi (in via Guerrazzi 14/E, sede nativa della scuola e ora sede legale dell’associazione) le lezioni, già da due anni, si tengono presso la biblioteca Cabral ma anche in altre sedi e biblioteche della città di Bologna. La scuola di italiano Aprimondo si presenta dunque come una delle realtà più ricche, solide e riconosciute della città di Bologna nell’ambito dell’insegnamento della lingua italiana come lingua seconda. Le lezioni, gratuite e aperte a tutti, sono organizzate per livelli; iniziano a ottobre e si concludono a giugno. A seguire, corsi estivi attivi nel mese di luglio. Gli insegnanti della scuola Aprimondo sono circa 50, volontari o anche tirocinanti universitari, adulti di varie fasce di età, anche ex insegnanti che offrono la loro professionalità gratuitamente. Oltre ai corsi di italiano, la scuola organizza durante il corso dell’anno varie attività integrative rivolte ai propri studenti, con lo scopo di favorire una partecipazione attiva alla vita dell’associazione e di promuovere l’integrazione e l’interculturalità. La città di Bologna è una città di immigrazione per eccellenza: non accoglie giovani studenti provenienti da tutte le regioni d’Italia, ma accoglie migranti, provenienti dal territorio nazionale e internazionale, e racchiude anche una varietà di gruppi sociali o comunità. Tra le comunità, quella degli immigrati e nuovi cittadini ha acquisito, soprattutto nell’ultimo ventennio, un ruolo molto importante, che deve essere riconosciuto, promosso e sostenuto con azioni mirate e variegate da presentare alla cittadinanza tutta. La scuola di italiano Aprimondo rappresenta, da 11 anni dalla sua costituzione ma da circa 25 anni con le sue attività presso il Centro Poggeschi, un centro di riferimento per molti migranti che si rivolgono alla nostra associazione non solo per apprendere la nuova lingua, ma anche per orientarsi sul territorio e per consulenze su diversi disagi, problematiche e ostacoli che incontrano nel loro cammino per l'integrazione.

Per saperne di più

Presentazione

progetto IL MONDO IN MUSICA