A Bologna, Rimini e Ravenna le donazioni più importanti

Grazie a tutti! Ancora una volta è stata una bellissima e affollatissima avventura. Con il sito www.labuonavernice.it preso d’assalto. Trafficatissimo. Decine di migliaia di persone desiderose di mettere le ali al proprio progetto no-profit.

Dal Primo Maggio a oggi abbiamo contato 70.000 utenti unici (dati Google Analytics).

Ora è il tempo del plauso a chi ha animato questa kermesse. Non solo i tanti che hanno votato attraverso gli smartphone e tramite Facebook. Ma anche e soprattutto le 92 associazioni no-profit dell’Emilia Romagna che hanno provato a centrare le 10 donazioni predisposte da Renner Italia.

Grazie di cuore a tutte le organizzazioni partecipanti a La Buona Vernice 2016.

Rispetto alla prima edizione, quest’anno il tempo messo a disposizione per le votazioni è stato inferiore. Quindici giorni in meno. La corsa al click, però, è stata identica. Bello che le prime tre donazioni vadano a tre progetti no-profit di tre città diverse e rappresentativi di tutti e tre gli ambiti di intervento previsti da La Buona Vernice: solidarietà-assistenza, promozione culturale, incentivazione alla pratica sportiva giovanile.

Cucine Popolari – Bologna Social Food dell’Associazione di Volontariato CiviBO Onlus di Bologna, fin dalle primissime battute de La Buona Vernice, ha navigato a vele spiegate, fino al porto dei 15.000 euro di donazione. «Il progetto “Cucine Popolari” di CiviBo – è scritto sulla scheda del progetto – è una mensa aperta a persone e famiglie in difficoltà, i cui pasti sono offerti dalle imprese del territorio. Un progetto che guarda oltre le tradizionali politiche di welfare per affrontare la congiuntura economica e sociale nella quale viviamo». Ebbene, con La Buona Vernice, Renner Italia è orgogliosa di sostenere CiviBo in questa nobile battaglia contro la povertà.

Tantissimi voti anche per Festival dei ragazzi che leggono, progetto proposto dall’Associazione Culturale Mare di Libri di Rimini. Renner Italia, donando 5.000 euro a questa giovane e intraprendente organizzazione romagnola, scrive una piccola pagina di sostegno alla cultura. «“Mare di Libri – Festival dei Ragazzi che leggono” è il primo e unico festival letteratura italiano dedicato a, e organizzato da, ragazzi dagli 11 ai 18 anni. Nato nel 2008 nel mese di giugno del 2016 raggiungerà la sua nona edizione», è annotato sulla scheda del progetto.

Cinquemila euro anche per Corpogiochi a Scuola dell’originale Associazione culturale e sportiva dilettantistica Cantieri di Ravenna. «CorpoGiochi a Scuola è un progetto educativo didattico proposto dall’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia sino alle Scuole Medie di Secondo Grado – è riportato sulla scheda – . È un metodo originale di educazione al movimento e che pone particolare attenzione alle emozioni dei ragazzi e al loro sviluppo armonico». Con Corporgiochi a Scuola, La Buona Vernice di Renner Italia torna concretamente a dare una mano tra i banchi scolastici.

Duemilacinquecento euro di donazione rispettivamente a G Web e G Lab Laboratorio di vita e di creatività per i giovani adulti ricoverati in onco-ematologia dell’Associazione GrandeGiù for Love and Care di Forlì e Progetto Esordienti Allievi – Una casa per 8 ragazze dell’Associazione sportiva dilettantistica Bicifestival di Riccione.

Donazioni da mille euro per

Le associazioni riceveranno la donazione a margine dell’evento conclusivo che si terrà il prossimo 9 settembre, alle ore 11, al Savoia Hotel Regency in via del Pilastro 2 di Bologna. La cerimonia sarà trasmessa LIVE sulla pagina Facebook di Renner Italia.

 

shutterstock_400379956